L’effetto della temperatura sul nostro corpo

L’effetto della temperatura sul nostro corpo

02/03/2020 0 Di Redazione Ilmiofarmacista

Tante volte avrete sentito dire che il calore ha un effetto di vasodilatazione sul nostro corpo mentre il freddo di vasocostrizione…

ma cosa significa praticamente? Cosa accade al nostro corpo?

Quando viene applicato un impacco caldo su una zona del nostro corpo, a livello tissutale, arriva più sangue nella zona di applicazione e anche più ossigeno. Al contrario invece, quando viene applicato un impacco freddo come ad esempio del ghiaccio, si ha una vasocostrizione ossia si verifica un minore afflusso di sangue nella zona interessata.  

Questo è molto importante per capire quando, a livello muscolare, bisogna applicare ghiaccio piuttosto che impacchi caldi. Sono utili entrambe le applicazioni, ma, ovviamente, per situazioni diverse. Vediamo quali sono:

  • in caso di lesioni muscolari, traumi da caduta e distorsioni, si verifica a livello dei tessuti uno stravaso di sangue, inoltre, l’alterazione dell’equilibrio chimico tra l’interno e l’esterno dei vasi sanguigni comporta un aumento di acqua nella zona interessata con conseguente gonfiore (edema). In questo caso si consiglia di applicare del ghiaccio che, costringendo i vasi sanguigni, aiuta la riduzione dell’afflusso di sangue, limitando il danno e contribuisce anche alla riduzione del gonfiore.
  • Al contrario, il caldo è utile quando si hanno condizioni di rigidità e tensione sia articolare che muscolare in assenza di infiammazione.  Ad esempio, in presenza di collo rigido con movimenti limitati, è utile un impacco caldo in quanto l’aumento di flusso sanguigno va a distendere i tessuti e ad allentare la contrazione. 

In caso di tensioni muscolari dovute a posture errate tenute per molto tempo, cervicali o mal di testa da contrazione, in cui il dolore ha origine nei muscoli di collo e spalle, si consiglia di seguire due regole fondamentali: la prima è non prendere freddo, la seconda è di tenere la zona al caldo il più possibile.

Anche i  crampi e le contratture muscolari possono essere trattati con la terapia del caldo. Ad esempio, i crampi addominali, che si manifestano durante il ciclo mestruale, possono essere alleviati dal caldo.

La lombosciatalgia (compressione del nervo e conseguente infiammazione del nervo stesso) è un altro caso che richiede trattamento con la terapia del caldo. Di solito, in presenza di un’infiammazione del nervo, si pensa di dover usare il ghiaccio… Sbagliato! Perchè? Perchè è vero che il nervo è infiammato, ma esso è anche circondato da muscoli che, in questa circostanza sono molto contratti, quindi aumentando il freddo aumenta la contrazione muscolare e di conseguenza anche la compressione sul nervo.

IlMioFarmacista consiglia:

Per gli impacchi caldi, invece che usare la solita boule di acqua, si possono fare impacchi di sale caldo, in quanto il sale trattiene maggiormente il calore e lo distribuisce in modo più graduale nel tempo.