Shampoo

Shampoo

02/03/2020 0 Di Redazione Ilmiofarmacista

Lo SHAMPOO è formato da: 

  • Acqua, 
  • Tensioattivi, 
  • Agenti condizionanti, che hanno la funzione di proteggere il capello e lo rendono pettinabile, morbido e gestibile, 
  • Viscosizzanti, agenti che servono a dare una consistenza cremosa al prodotto prima dell’applicazione,
  • Correttore pH, di solito viene usato acido citrico (il pH deve stare intorno a 5.5),
  • Profumi,
  • Conservanti. 

Quali caratteristiche deve avere un BUONO SHAMPOO per essere definito tale? 

✔️Giusta detergenza senza desgrassare 
✔️Schiuma delicata 
✔️Facile risciacquo
✔️Minima irritazione per pelle e occhi
✔️Bassa o nulla tossicità
✔️Biodegradabilità
✔️PH leggermente acido

La credenza che uno shampoo per essere definito buono debba fare molta schiuma è errata! Anzi, l’eccessiva schiuma può causare irritazione al cuoio capelluto.

Quali sono invece le PRECAUZIONI da adottare per l’acquisto di un buon prodotto?

Evitate shampoo che contengono SLS o SLES, queste sostanze hanno un’azione sgrassante molto aggressiva procurando l’effetto contrario a quello desiderato ossia la cute produce più sebo per ricostruire il proprio film lipidico alterato ed i capelli diventano ancora più grassi.

IlMioFarmacista Consiglia:

Non porre direttamente il prodotto sul capello, ma versane un pò nel palmo della mano e diluiscilo leggermente con l’acqua prima di applicarlo, in modo da ridurre l’impatto delle sostanze attive lavanti con i capelli e il cuoio capelluto.